Cucina tra tradizione e futuro

Il gruppo Cocofungo nasce da un’idea di Beppe Maffioli, uomo di grande cultura e infinito cuore, portabandiera della cultura gastronomica trevigiana (e non solo) assieme all’amico giornalista, appassionato “scienziato” della tavola, Fernando Raris.

L’intento dei fondatori di Cocofungo, simpatico gioco di parole tra il nome del fungo ovulo, detto Coco, e la contrazione della parola Cuoco, era quello di nobilitare il fungo, prodotto basilare per la cucina delle Prealpi Trevigiane, ponendolo al centro di una serie di serate organizzate nei ristoranti del gruppo Cocofungo. Grazie all’entusiasmo del ristretto gruppo di amici ristoratori che hanno creduto in questa iniziativa,l’avventura è divenuta il manifesto della grande gastronomia della Marca Trevigiana. Cocofungo ha anticipato le tante rassegne gastronomiche a tema che si sono diffuse in tutta Italia, costituendo un vero e proprio primato nel panorama del turismo enogastronomico. La rassegna si è imposta all’attenzione del pubblico nazionale e grazie ad una precisa e costante attenzione alla qualità e a una capacità di rinnovamento che ha stupito anche i palati più attenti e raffinati: una vera e propria tradizione in continua evoluzione, un appuntamento con il gusto che segnala sempre un maggior numero di adesioni anche da Oltralpe.

Il gruppo Cocofungo è costituito dai seguenti ristoranti: Barbesin, Celeste, Gigetto, Miron eRistorante Sansovino Castelbrando da Palazzi, dal 2008 si è aggiunta l’Osteria Der Katzlmacher di Monaco di Baviera, impegnata nel promuovere la cucina italiana in Baviera. Dal 2014 è entrato a far parte  del gruppo il Ristorante Marcandole di Salgareda (TV).

 

http://www.ristorantedagigetto.it/cocofungo-2015